Corpo massacrato e occultato: aveva solo 18 anni

ORISTANO – Si sono vissuti momenti di tensione in tribunale a Oristano, poco prima dell’avvio del processo per l’omicidio di Manuel Careddu, il 18enne di Macomer (Nuoro) massacrato sulle rive del lago Omodeo l’11 settembre 2018.

Imputati tre giovani, tra i 19 e i 20 anni, accusati di omicidio volontario pluriaggravato e occultamento di cadavere: Christian Fodde, Riccardo Carta e Matteo Satta (assistiti dai legali Aurelio Schintu, Angelo Merlini ed Emanuele Tuscano) che hanno scelto l’abbreviato. All’arrivo in tribunale dell’ultimo imputato, i parenti della vittima hanno gridato: “Assassino. Speriamo che tua madre soffra come stiamo soffrendo noi”.

Quella di oggi è la prima udienza ad Oristano, mentre al Tribunale dei Minori di Cagliari si sta celebrando il processo con rito abbreviato contro i due giovanissimi accusati, con i tre maggiorenni, di avere partecipato all’omicidio del 18enne di Macomer.

Un quarto maggiorenne, Nicola Caboni, ha patteggiato per l’accusa di soppressione di cadavere.

Fonte ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: