UFFICIALE: Sarri firma con la Juve, l’ennesima delusione del calcio moderno

Anche Sarri si unisce a Higuain, Ciro Ferrara e tanti altri che sono passati proprio dal Napoli da napoletani, acquisiti nel caso dell’argentino che proprio in azzurro ha passato la miglior stagione della sua vita, alla corte della Vecchia Signora.

Essere un professionista nel proprio lavoro può condurre a queste scelte ma il messaggio non è stato ben accolto dai tifosi della Città del Sole che hanno rimosso una targa dedicata al tecnico a Bagnoli, luogo che ha dato i natali proprio a Maurizio Sarri.

Cito la nota del Laboratorio Politico Iskra: “Non abbiamo mai voluto confondere politica e tifo ma ci piange il cuore a leggere l’amarezza di tante persone, come noi, che credevano e avevano riposto la propria fiducia in qualcuno per continuare a credere nel calcio. Una fiducia che viene regolarmente spezzata dalle leggi di mercato. Tre estati fa con Higuain, quest’anno con Sarri. Sarà che ormai nel calcio (come in politica) non esistono più giochi di appartenenza o ideologici, ma solo leggi di mercato? Quando decideremo di non essere più clienti/sudditi e inizieremo ad essere consapevolmente abitanti e tifosi? A quanti ancora vorremmo affezionarci per poi essere delusi dalle loro scelte?”

È esattamente questo parte del problema, il tecnico percepirà lo stesso stipendio che attualmente gli garantisce il Chelsea, circa 6 milioni e mezzo a stagione, con cui tra l’altro ha vinto l’Europa League e noi de ilmo2018 abbiamo raccontato ciò che ha rappresentato per un ex bancario riuscire attraverso personalità, sacrificio e mentalità a vincere un trofeo così importante ripercorrendo in breve la storia di Sarri.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO

Una avventura professionale, quella iniziata ora a Torino sponda bianconera, data dall’incertezza e dalla instabilità del presidente Abramovic e sul conseguente tracollo rapido delle panchine in quella zona di Londra? Un desiderio, un gusto di una nuova sfida in una piazza così importante si, ma così diversa in sistemi, valori, metodi che non solo il Napoli, ma lo stesso Sarri e lo stesso sarrismo rappresentano.

Già Maurizio, perchè il sarrismo non era solo la bellezza del gioco e la capacità di affrontare a viso aperto e senza paura squadroni con fatturati immensi, era la tua voglia e la tua personalità, il tuo essere antisistema, quel sistema completamente dominato dalla Juve nel senso sportivo, manageriale ed a volte, purtroppo per il nostro calcio, anche politico e giudiziario.

La targa tolta è un gesto di protesta non contro la scelta di ritornare in serie A, ma di aver tradito valori che tu stesso hai contribuito a diffondere.

Grande tecnico. Grande professionista. Vorrei poter dire anche grande uomo. Ma forse è solo colpa nostra che ancora proviamo emozioni per un gioco, il più bello del mondo.

BAGNOLI – La targa del tecnico è stata rimossa

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: