DeLa dice basta al dominio Juve, vuole lo scudetto. Ecco i tre acquisti per il salto di qualità

Non solo Kostas Manolas, che da ieri è ufficialmente un nuovo calciatore del Napoli, ora il club azzurro ha voglia di investire ancora e regalare ad Ancelotti una rosa che gli permetta di vincere un trofeo che manca dall’era Maradona.

GLI OBIETTIVI DEL NAPOLI

Data la scarsità di centrocampisti in rosa, a livello numerico, non di qualità, il prossimo acquisto potrebbe essere Veretout dalla Fiorentina, in questo momento anche Milan e Roma sul giocatore che però potrebbe optare al salto di qualità e decidere di trasferirsi alla corte di Re Carlo.

La trattativa non sarebbe complicatissima, dato lo scarso rendimento degli attaccanti viola e il mancato riscatto di Muriel, passato all’Atalanta, il centrocampista francese potrebbe essere scambiato con Ounas più un conguaglio economico tra i 5 e i 7 milioni di euro da parte del Napoli.

Dopo mesi di dichiarazioni al miele da ambo le parti, potrebbe esserci l’assalto finale per James Rodriguez, ora in vacanza dopo la recente eliminazione della Colombia dalla Copa America.

Il giocatore ed il suo entourage, sopratutto il padre-manager del fantasista, non hanno mai fatto mistero di voler venire a Napoli, città da sempre ammirata e amata dai sudamericani che tendenzialmente hanno sempre fatto bene.

A Napoli James ritroverebbe Ancelotti, che lo ha allenato e voluto sia al Real Madrid sia al Bayern Monaco, si notano anche gli strettissimi rapporti personali con il portiere Ospina, anche lui colombiano, che avrebbero alimentato il desiderio del trequartista di giungere alle pendici del Vesuvio.

Ultimo ma non ultimo, il Napoli potrebbe anche tentare l’affondo decisivo su Hirving Lozano, da mesi voluto dal presidente De Laurentis.

Se nelle scorse sessioni di mercato l’eccentrico Aurelio si è reso protagonista di dichiarazioni come “sono io il vostro Cavani” e di fatto, non prendendo nessun giocatore di rilievo, quest’anno dato il suo amore e il suo felling con Ancelotti vuole portare il suo primo importante trofeo a Napoli.

Solo due anni fa il club azzurro con 91 punti aveva perso il campionato con Maurizio Sarri in panchina, regalando alla Juventus il suo settimo scudetto consecutivo. Quell’estate si fecero i nomi di Benzema, Cavani, Di Maria, ma alla fine il presidente non solo mandò via in circostanze tutt’oggi sconosciute ai più Sarri, ma anche comprando il Bari in fallimento.

Oggi il contesto è completamente cambiato: Maurizio Sarri è il nuovo rivale degli eterni rivali bianconeri e il Napoli ha fame.

Mancano due mesi all’inizio del Campionato ma la lotta scudetto è già iniziata.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: