IL PRESIDENTE CONTE VINCE ANCORA IN EUROPA: EVITATA LA PROCEDURA DI INFRAZIONE

Il Presidente Conte, da quando ha cominciato a circolare l’ipotesi di una possibile apertura di procedura di infrazione ai danni dell’Italia da parte della Commissione UE, non ha fatto altro che impegnarsi in modo estenuante per evitare che questo accadesse, sfruttando a proprio vantaggio ogni opportunità per un dialogo franco, in qualsiasi consesso internazionale ed europeo che lo hanno visto partecipe. Non è stato quindi un caso che al termine del G20, sia il Presidente che il Ministro Tria avevano palesato un certo ottimismo.

Ricordiamo che Conte già riuscì nella complicata missione di evitare una precedente procedura di infrazione minacciata nel dicembre 2018, nonostante fosse stato nominato Presidente del Consiglio da appena 6 mesi, e nonostante non avesse mai avuto un’esperienza politica.
Per l’appunto, lo scorso braccio di ferro con i vertici della Commissione UE si concluse a favore dell’Italia, e persino l’integerrimo Moscovici ammise “E’ una vittoria del dialogo politico” .

Ecco che ancora una volta, il Presidente Conte, senza cascare negli attacchi che oggi possiamo definire immotivati e pretestuosi da parte di alcuni, mantenendo sempre la barra della “Ragion di Stato” dritta, e da eccellente trattativista, è riuscito ad incassare l’ottimo e tanto sperato risultato di sventare la procedura.
Forse molti esperti dovrebbero coprirsi il capo di cenere, oppure dovrebbero avere la bontà di spiegarci come mai giacché, secondo loro, i valori erano tutti sballati, aggiungasi l’aggravante del governo populista, incapace e un Presidente ininfluente, abbiamo convinto i dubbiosissimi vertici europei alla migliore soluzione politica a cui l’Italia potesse aspirare.

Il Comunicato ufficiale del Presidente Conte non si è fatto attendere:
“Oggi è un giorno importante per l’Italia, che porta a casa il risultato che merita. Nessuna procedura di infrazione, l’Europa ci riconosce serietà e responsabilità.
La Commissione europea ha valutato positivamente il quadro dei conti pubblici per il 2019, che è stato certificato con l’assestamento di bilancio approvato dal Consiglio dei Ministri.
Non era facile e in molti erano pronti a scommettere contro di noi. Noi invece abbiamo sempre creduto nel nostro Paese, sulla solidità dei nostri conti pubblici e sulla bontà e sull’efficacia delle politiche adottate dal mio Governo. L’Italia è un grande Paese, credibile, e anche oggi ne abbiamo avuto ulteriore conferma.
Abbiamo difeso anche questa volta gli interessi dei cittadini e delle imprese italiane, senza arretrare rispetto alle misure qualificanti della nostra Manovra, tutelando welfare e diritti sociali. Questo significa che nell’ultima Legge di bilancio, come ribadito più volte, avevamo impostato una strategia di politica economica oculata e consapevole. Il nostro è un modello economico che coniuga stabilità dei conti pubblici con la crescita e lo sviluppo sociale. Anche la prossima Legge di Bilancio, sulla quale siamo già al lavoro, proseguirà in questa direzione.”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: