Salvini dj al Papeete Beach, e parte l’inno di Mameli. Un insulto alla Nazione

Salvini dj al Papeete Beach di Milano Marittima.

Il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, durante la sua consueta vacanza al Papeete Beach, questa volta ha raggiunto in consolle il deejay.

Il ministro in costume da bagno si è è divertito tra la folla che riempie puntualmente la famosa spiaggia, non si è disdegnato da fare video e selfie, nonostante questi a volte gli siano costati caro (ad esempio le due ragazze che si baciano o la ragazza salernitana che fingendo di farsi la foto con il capitano gli ha detto “non siamo più terroni di me*da?” facendo capire che non tutto il Sud si è fatto abbindolare dal Capitano).

Anche in anni passati Salvini, aveva partecipato alla festa del Papeete con amici, famiglia e alcuni parlamentari leghisti.
In suo onore è partito poi l’inno di Mameli, cantato e ballato da giovani e cubiste. Una vergogna totale per la canzone che rappresenta il nostro Stato e che dovrebbe simboleggiare l’altezza più alta della nostra Nazione in ogni ambito.
Successivamente il ministro è tornato tra le braccia di amici e i colleghi di partito e di governo, tra cui Lorenzo Fontana, Claudio Durigon e Lucia Borgonzoni, in una zona riservata del bar dello stabilimento balneare
.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: