Lite da Del Debbio, Vauro risponde a Brasile

Durante una puntata del programma Mediaset “Dritto e Rovescio”, condotto da Paolo del Debbio, scoppiano scintille tra gli ospiti.

Dopo aver dichiarato la sua appartenenza politica, l’ultras della Roma Massimiliano “Brasile” indica come nella “sua” borgata vige ordine e disciplina, quando Francesca Fagnani gli fa un’obiezione “Ma in che film?”, alla risposta “Vieni te lo faccio vedere io”, il vignettista Vauro si alza in piedi ed affronta il Brasiliano urlando “Fascista!”.

Tutto questo sotto gli occhi di un incapace Del Debbio, reo di non aver moderato i propri ospiti.

Dopo questa lite Vauro, attraverso i suoi canali social, Instagram e Facebook, pubblica una lettera aperta da destinare a Massimiliano.

Il contenuto della lettera è il seguente:

“Lettera aperta a Brasile

Non ti chiamo Brasile ma Massimiliano che è il tuo nome. Ti scrivo perché ci siamo trovati muso a muso con rabbia e con furore. Svastiche, effigi di Mussolini… tutto quello che ti sei tatuato sul corpo rappresenta per me (e non solo per me) orrore, schifo, disprezzo. Con tanta rabbia, certo, ma ti ho guardato negli occhi e oltre l’odio ho visto solitudine, rancore, disperazione e fragilità, sì proprio fragilità. Ho pensato a chi non sfoggia orridi tatuaggi ma si presenta in giacca e cravatta. Ho pensato a quanto sia comodo per loro che ci siano persone come te, per nasconderci dietro il loro cinismo, per scaricarle quando è opportuno e gridare al “pazzo fanatico” e coprire così le loro responsabilità. Sei un “nemico” ma un nemico facile “grosso, brutto e cattivo”. Sei lo spauracchio dei mostri veri, quelli che ti usano. Allora ti dico vediamoci. Potrai spaccarmi la faccia, la tua stazza te lo permette. O potremo parlare cenando assieme, così poi puzzeremo di vino tutti e due. Questa lettera è pubblica come lo è stato il nostro scontro. Ma il nostro incontro, se vorrai, sarà privato, senza telecamere né conduttori, io e te. Non è una sfida, è un invito.

Vauro”

La risposta di Brasile non si fa attendete e facendo uno screenshot del testo risponde, sempre pubblicamente chiedendo “dove e quando” al vignettista.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: