In Italia non c’è un’emergenza fascismo

Adrian Rednic è uno youtuber che su internet è noto con il nome di Caleel.

Nonostante solitamente si occupi nei suoi video di analizzare e recensire opere del mondo fantasy, recentemente ha realizzato un breve “riassunto” delle notizie di cronaca dell’ultima settimana utilizzando la tecnica del meme-clown, ovvero definire un concetto e truccarsi come un pagliaccio affinché ciò che abbia detto risulti goliardico, falso.

Sia ben chiara la precisazione che nel video in questione, di circa 15 minuti, l’obiettivo, io credo, sia quello di comunicare reali notizie di cronaca che appaiono molto preoccupanti e terminandole con la frase “In Italia non c’è un’emergenza fascismo”, il giovane si trucca come un clown, sempre di più dopo ogni notizia, proprio, ripeto, con il fine di invalidare la stessa frase che ripeteva come in Chiesa alla fine di ogni paragrafo del Vangelo.

Già nella prima frase del video riesce a farci sentire dapprima distanti dal mondo dei nostri nonni ad esempio, chiedendo di immedesimarci in persone di 89 anni che hanno vissuto i campi di concentramento, la guerra e l’aberrazione nazifascista. Ripeto, in un primo momento “questo mondo” può sembrarci distante ma subito dopo riesce a farci comprendere come questo non sia un mondo a noi vicino, ma il nostro mondo. Messicani negli USA, Curdi, Siriani e tutti i popoli che in quanto tali sono costretti ad affrontare queste tremendi sfide a causa di un pensiero criminale dominante ora.

Adrian continua, parlando della questione Segre, dell’odio imperante nei confronti di etnie, definite da qualcuno “razze”, di religioni, per qualsivoglia motivo, anche il più futile e banale, anzi, proprio per questi motivi, un rifiuto del “diverso” perché è l’odio che in questo momento, come 100 anni fa, muove le masse.

Ma non c’è nulla di preoccupante, sono d’accordo con Adrian, in Italia, non c’è emergenza fascismo.

🤡

Il link per vedere il video, molto più esplicativo dell’articolo, lo trovate qui: https://youtu.be/luxZ5DJ5wSw

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: