“Il vino non è un bene di prima necessità” uomo multato dai Carabinieri

In questo periodo di quarantena dovuta alla pandemia di Coronavirus, le uscite di casa sono limitate a poche ed essenziali, come ad esempio motivi lavorativi, di salute, per recarsi in farmacia o per andare a fare la spesa.

La spesa infatti è concessa ma sappiamo che ci sono delle limitazioni, ad esempio è consigliato scendere poche volte a settimana, di mandare un solo individuo per famiglia (preferibilmente munito di mascherina e guanti) eccetera.

A Vigliano i Carabinieri hanno multato un biellese durante i controlli di rito, dal momentk che l’uomo aveva comprato soltanto tre bottiglie di vino.

«Non conta l’importo della spesa, si può acquistare anche solo un po’ pane, della carne, o dell’acqua, ma tre bottiglie di vino non possono certo essere considerate una necessità» riporta il comandante dell’Arma.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: