Coronavirus, si ammala di nuovo una recidiva: è il primo caso in Italia

Una donna milanse ma di origini cinesi è definita il “caso uno”, almeno in Italia, è la prima volta infatti che ad un paziente, una volta terminata la guarigione, ritornasse il Coronavirus.

La donna era ricoverata all’ospedale di Negrar, provincia di Verona.

Inizialmente positiva al tampone e ricoverata, la paziente è stata dimessa dopo l’esito negativo dei due tamponi seguenti, circa dieci giorni dopo però, la donna ricomincia ad avvertire dei sintomi: tosse e febbre, un nuovo tampone, è positiva.

Come si legge sul Fattoquotidiano, la donna adesso si trova ricoverata nel reparto di Malattie Infettive e tropicali dell’Irccs Osperale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, in provincia di Verona. Questo caso ha destato molto lavoro anche tra gli addetti ai lavori ed è considerato “un caso raro”, come afferma Zeno Bisoffi, direttore del dipartimento del nosocomio veronese. “L’unico caso capitato da noi: per quanto ne sappiamo, solo in Cina sono state descritte alcune eccezioni simili”, ha dichiarato.

La donna fortunatamente, non ha avuto una sintomatologia grave da dover essere intubata e potrebbe essere dimessa se l’esito dei nuovi test sarà negativo.

Ovviamente i medici vogliono approfondire la vicenda: “Sono in corso le analisi sul genoma virale, solo quando avremo gli esiti ne sapremo di più”, spiega Bisoffi.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: