“Mamma, lotterò per te”: Mattia sta bene, ha vinto contro il Coronavirus

Mattia, 18 anni è uscito dalla terapia intensiva e sta meglio.

Il ragazzo di Cremona è stato ricoverato il 26 marzo ed è uscito dalla terapia intensiva dopo 10 giorni.

È proprio Antonio Coluccello il responsabile della terapia intensiva dell’ospedale di Cremona a parlarne all’Ansa: “Mattia ha avuto un recupero eccezionale ed è stato trasferito nel reparto di pneumologia, ce la farà senza avere ancora bisogno di noi”.

Il medico spiega come ci saranno accertamenti ed ulteriori studi per quanto concerne il caso di Mattia, dal momento che il Coronavirus ha avuto un’incidenza maggiore su soggetti in età adulta e la terapia intensiva, eccetto alcuni casi isolati, è una proceduta riservata ad anziani o persone con patologie.

La storia di Mattia

La storia del giovane inizia con un suo messaggio inviato alla madre Ombretta la sera del ricovero, all’interno del messaggio era scritto: “Tra poco mi intubano. Stai tranquilla, non ti lascerò sola. Ti amo, mamma, lotterò per te e per Anastasia. Devo andare”.

Usa volta estubato, Mattia ha parlato con la madre via telefono, ovviamente non è mancata la naturale commozione.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: