Coronavirus, i Giappone i politici si tagliano lo stipendio e in Italia i privati

Il governo giapponese decide di tagliare lo stipendio dei politici del 20 percento.

Il provvedimento è passato grazie ad un accordo tra i membri del partito di maggioranza, quello liberal-democratico, e la principale forza di opposizione, il partito Democratico-costituzionale. La decurtazione delle buste paghe dei parlamentari durerà un anno e il provvedimento sarà messo in atto già dal prossimo mese.

Nei prossimi giorni verrà varato un decreto legge che sancisce l’accordo tra le forze di governo e le decurtazioni avranno effetto già sulla prossima busta paga, racconta l’agenzia di stampa giapponese Jiji.

Attualmente un parlamentare in Giappone percepisce uno stipendio di 1.294.000 yen al mese ovvero poco più di 11.000 euro, grosso modo lo stesso stipendio dei parlamentari italiani.

Hiroshi Moriyama, il capo della Comunicazione della Dieta, l’organo legislativo giapponese, per il partito alla guida del governo dice: “Comprendiamo le difficoltà dei cittadini e i problemi in cui versano le aziende, ed è importante che la nostra categoria e la comunità si uniscano per combattere assieme la battaglia contro il coronavirus”.

Giappone, Nuova Zelanda, Bulgaria e Grecia sono gli Stati che hanno preso decisioni analoghe, come riporta il TPI infatti, i Nuova Zelanda, la premier Jacinda Ardern e i suoi ministri devolveranno il 20 percento del loro stipendio per i prossimi sei mesi per contribuire alla lotta contro il Covid-19. In Grecia, il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha chiesto ai parlamentari del suo partito, Nuova democrazia (Nd), di rinunciare al 50 percento della busta paga per i prossimi due mesi. Mentre in Bulgaria ministri e parlamentari rinunceranno ai compensi fino alla fine dell’emergenza.

In Italia le scelte “coraggiose” sono state prese da privati, come
Giovanni Rana eLeonardo Del Vecchio di Luxottica, che hanno ridotto le proprie buste paga per favorire i propri dipendenti e garantire loro il 100 per cento dello stipendio.

Per quanto riguarda il panorama politico, il sottosegretario agli Interni M5s Carlo Sibilia, ha fatto un appello ai parlamentari italiani chiedendo di “seguire l’esempio Giapponese”.

Pubblicato da Federico D'Addato

Studente di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università di Napoli l'Orientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: